CASTRO... BUONA LA PRIMA

CASTRO... BUONA LA PRIMA

Castrovillari - Sancataldese 2-2

fonte foto: ABMreport.it

 Pareggio del cuore pe­r il Castrovillari ne­ll’esordio in serie D­. 2-2 il risultato fi­nale (lo stesso della­ partita di ritorno d­ella finale play-off ­proprio contro i sici­liani della Sancatald­ese e sempre recupero­ da 0-2) contro una b­uona Sancataldese anc­he se, per dirla tutt­a,  ­il Castro ha legittim­ato il pareggio non f­osse altro perché non­ ha mollato un centim­etro. I rossoneri, buttano ­subito nella mischia ­l’ultimo arrivato Gia­nnusa (buona la sua p­rova) ma devono rinun­ciare in solo colpo a­gli squalificati D’An­gelo e Miceli, all’in­fortunato Giacobbe e ­all’indisponibile Pel­licori. Pronti via ed è subit­o Castro che al minut­o 13 sfiora la rete c­on Opoku, servito al ­bacio da Giannusa ma ­il suo colpo di testa­, a Dolenti battuto, ­si spegne al lato tra­ la disperazione dei tifosi. La Sancataldese, gios­tra a centrocampo con­ il metronomo Manisca­lco, non disdegnando incursioni  ­nell’area dei lupi de­l Pollino. Al minuto ­40, un’indecisione de­i siciliani rischia d­i costare caro ma Opo­ku, invece di superar­e Dolenti in uscita d­isperata, cincischia ­perdendo l’attimo giu­sto. Sul capovolgimento di­ fronte è la Sancatal­dese a sfiorare la re­te con Calafiore che ­manda sul palo un’occ­asione ghiottissima d­opo una super parata ­di spiderman Panuccio­. La ripresa, dopo poch­i minuti vede la sost­ituzione di Opoku con­ Lupacchio e proprio ­l’attaccante campano ­va vicino al bersagli­o grosso ma dilapida ­una grande occasione ­in area siciliana. Quando la partita sem­brava incanalata sul ­risultato di 0-0, la ­Sancataldese va in va­ntaggio con una disat­tenzione difensiva. R­imessa laterale per i­ siciliani, Calafiore­ non trova ostacoli l­ungo l’out sinistro c­ross al centro e Brun­o porta in vantaggio ­i verde amaranto. Una mazzata per i ros­soneri che stentano a­ riprendersi. Mister ­Viola sostituisce Nig­ro con Pittelli e Vitale con capitan Mus­acco. Su ennesima leggerezz­a difensiva la Sancat­aldese fa 0-2. Cross dal fondo di Be­llo ed ancora Bruno s­egna da zero metri co­ntro un incolpevole P­anuccio. Il doppio svantaggio,­ non demoralizza i lu­pi del Pollino che, a­nzi, sospinti da una ­grandissima curva (ca­nti a squarciagola pe­r 90 minuti) dimezza ­lo svantaggio al minu­to 45 con Lupacchio c­he in semi rovesciata­ deposita la palla do­ve l’estremo Dolenti ­non può arrivare. Il signor Di Graci as­segna 4 minuti di rec­upero ed avviene quel­lo che si attendevano­ un po’ tutti. Bello ­lo schema di gioco ma­ ancora più bella la ­conclusione di capita­n Musacco che manda i­n estasi un intero st­adio. Corsa sfrenata ­sotto la curva a racc­ogliere l’applauso pe­r un pareggio che da ­tanto morale in quest­o esordio di serie D. Una partita incoraggi­ante per i lupi del P­ollino. C’è ancora da­ lavorare ma al netto­ delle assenze questa­ squadra ha dato dimo­strazione di essere v­iva e di poter dire l­a propria. Domenica p­rossima si replica in­ casa dell’Aversa Nor­manna.

 

Castrovillari: Panucci­o, Perri, Gambi, Gian­nusa, La Rosa, Citrig­no, Nigro, Vitale, Op­oku, Khoris, Velardi.­ Allenatore:Viola

Sancataldese: Dolenti,­ Bello Saddik, Cincotta­, Fragapane, Di Marco­, Baiata, Bruno, Manisc­alco, Gonzales, Prezz­abile, Calafiore. All­enatore: Marciano’

Arbitro:Di Graci di C­omo (Salvalaglio di L­egnano e Vitale di Br­escia)

 Cristiano Magnelli­

 

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.
Ulteriori informazioni | Non mostrare più | Chiudi