Dal 1945 al 1950

 1945-1950

Il dopoguerra ed il primo campionato ufficiale

Nell'immediato dopoguerra, grazie alla passione e alla abnegazione di gente come gli universitari Francesco Laudadio, Luigi Marini e Ninì Murino, riprese l'attività calcistica cittadina. Coinvolti l'Avv. Guido Lombardi, Peppino Cersosimo e Luigi Filpo, finalmente si iscrive la squadra del Castrovillari al primo campionato ufficiale che veniva organizzato dalla Lega Provinciale di Cosenza (1° Divisione). L 'U.S. Castrovillari finalmente poté cosi realizzare il sogno da tanti anni vagheggiato: la partecipazione ad un vero campionato di calcio. Per festeggiare questo evento veniva invitato il tradizionale avversario di sempre, quel Cosenza che uscì dal restaurato "Pollino" ancora una volta sonoramente sconfitto (6 a 2). Questo primo campionato fu turbato da un doloroso episodio. Sabato 24 gennaio 1946, verso le ore 19,30, in contrada "Cammarata", a causa del fondo viscido, l'autocarro che trasportava il Crotone a Castrovillari, dove avrebbero dovuto giocare il giorno successivo, sbandò e si capovolse nel sottostante fossato. Nell'incidente perse la vita il capitano del Crotone: Ezio Scida. Il giorno dopo il Castrovillari rinunciò alla partita un segno di lutto e di solidarietà con la squadra e con gli sportivi di Crotone. I funerali ebbero luogo a cura e spese degli sportivi di Castrovillari con la partecipazione di una imponente folla. Nel campionato successivo la formazione rossonera ottenne il 2° posto assoluto. Per il campionato 1948/49, per motivi economici, all'antico nome di Unione Sportiva si aggiunse quello di Libertas. La squadra, sotto la guida amministrativa di Micuzzo Bruno, arrivò alle fasi regionali per il passaggio al campionato superiore. Al Castrovillari si affiancarono nel girone eliminatorio il Sambiase, il Mamerto ed il Roccella. Il 26 giugno 1949 l'incontro decisivo sul "Pollino": Castrovillari-Roccella. Al Castrovillari bastava un pareggio per il salto nella serie Interregionale, ed invece arrivò una sconfitta per 1 a 0. Dopo qualche giorno, però, il Roccella rinunciò a disputare il Campionato Interregionale, e così venne invitato per meriti sportivi il Castrovillari. Purtroppo però, per problemi all'in-terno della dirigenza presieduta dall'Avv. Pasquale Cosentino, la squadra rossonera non accettò l'invito. Per l'anno calcistico successivo (1949/50) si rimase così in 1° Divisione, arrivando alla fine al 2° posto.

 

Ultime notizie

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.
Ulteriori informazioni | Non mostrare più | Chiudi